Google+

Strage in Connecticut. Non è (solo) un problema di armi

dicembre 17, 2012

Quello che è successo in Connecticut, ci lascia senza fiato. E non potrebbe essere diverso. Quello che è successo in Connecticut rimette in circolo tutte le grandi perplessità sulla nostra società, sul nostro modo di stare insieme, sul nostro mondo. È successo in America, ma per qualche giorno è come se fosse successo qui. Poi, invece, di fronte a quel dramma senza un senso che possiamo afferrare, che possiamo toccare, che possiamo imbavagliare per darci una spiegazione, quel dramma diventa la solita lotta politica. Quel dramma viene ridotto alla solita lotta intellettuale, alla solita lotta da avvocati, alla solita lotta di chi, da dentro una campana di vetro, osserva il mondo e lo giudica.

Quello che è successo in Connecticut ha rimesso in pista una battaglia importante: la battaglia per dire basta alle armi. Una battaglia giusta, che è anche una battaglia di civiltà, una battaglia culturale che va fatta e che non può attendere. Ma quella battaglia non è quel senso, quella sottile linea di gentilezza che chiediamo di fronte a quel dramma. La battaglia è una conseguenza, di questo caso. Senza le armi, avremmo evitato quella tragedia. Avremmo evitato quel dramma. E quindi quella battaglia va fatta.

Ma di fronte a quel dramma, non possiamo rispondere solo dicendo no alle armi. Se ci fermiamo a questo, lo facciamo solo per spezzare quel grido di senso, quella matta voglia di significato che uno ha di fronte alle cose che non capisce. Se ci fermiamo, dicendo soltanto il nostro no alle armi, beh, abbiamo fallito. Come hanno fallito tutti quelli che per spiegare, per darsi una ragione, hanno scritto che la strage è colpa dell’autismo. Come tutte le altre volte che siamo di fronte a fatti simili, vogliamo spiegare tutto con i disturbi della personalità, con i sintomi della pazzia. Non si può spiegare tutto con i limiti.

Per essere uomini, non dobbiamo soffocare quel grido di senso, quella voglia matta di significato che di fronte a quei drammi ci sorge come spontanea. E che non possiamo controllare. Di fronte a quel dramma è lecito chiedersi se quel senso di vuoto che sentiamo, quel sento senso di vuoto che vorremmo colmare non è anche lo stesso che sentiamo di fronte alla morte di un nostro caro, alla ferita della nostra impotenza, al morire della nostra giovinezza. Di fronte a quel dramma, si apre un interrogativo enorme, che chiede di avere risposta. Non facciamolo morire, per non morire anche noi con un’arma che non spara, ma fa male. Il nichilismo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. marco scrive:

    Articolo bellissimo, certamente la posizione più intelligente che ho visto finora.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’ufficio a portata di mano anche in vacanza e nei weekend in un ambiente confortevole e “viaggiante”? Lo rende possibile Renault con una nuova generazione di Trafic SpaceClass rivolta sì ai privati ma prentemente alla clientela del mondo business, come aziende di noleggio con conducente, strutture alberghiere e sportive, agenzie turistiche. Insomma, realtà che desiderano fornire […]

L'articolo Renault Trafic SpaceClass, l’ufficio è mobile proviene da RED Live.

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a segnare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download