Google+

Spazio, tempo e osservatore protagonisti delle opere di Grazia Varisco

settembre 5, 2012 Mariapia Bruno

Con un’idea ben chiara del concetto di tempo e spazio, Grazia Varisco ha da sempre operato all’insegna del movimento. Protagonista agli esordi del Gruppo T (dove T sta per tempo) insieme a insieme a Gianni Colombo, Davide Boriani, Gabriele De Vecchi e Giovanni Anceschi – uno dei punti di riferimento per quell’arte cinetica e programmata i cui membri, sviluppando alcune felici intuizioni delle avanguardie del Novecento, sperimentarono l’azione meccanica, luminosa ed elettromagnetica realizzando opere continuamente variabili nate non dal caso ma da un programma quasi scientifico -l’artista milanese, classe 1937, si è distinta per un più maturo interesse verso il rapporto tra spazio reale e virtuale, interno ed esterno all’opera, e la reazione dell’osservatore che, opportunamente stimolato, diviene agente attivo nella verifica dell’opera.

 

Il momento chiave è quindi quello dell’azione, quello in cui l’opera si muove grazie all’azione prodotta da chi la osserva o dai motori, e non quello del prodotto finito. Un’esperienza estetica che coinvolge mente e corpo, spesso difficile da comprendere, che il Museo della Permanente di Milano ci presenta, dal prossimo 13 settembre al 14 ottobre 2012, nella retrospettiva antologica “Se…”. In mostra oltre cinquanta opere che raccontano l’intera attività della Varisco dalla fine degli anni cinquanta ad oggi, incluse le produzioni artistiche con istallazioni ambientali e i lavori di grande formato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana