Google+

Senza il rispetto e la difesa della vita non si può costruire la pace

settembre 12, 2016 Redazione

mamma-neonato-shutterstock_290349935

Tratto da Radio vaticana “Famiglia, vivi la gioia dell’amore”: con questo tema, la Chiesa del Perù ha celebrato ieri, la 22.ma Giornata per la vita. L’evento ha concluso anche la Settimana nazionale della famiglia, iniziata il 4 settembre. “La vita umana è un dono sacro, soprattutto nelle prime fasi del concepimento – scrive la Commissione episcopale per la Vita e la Famiglia, in un messaggio pubblicato sul proprio sito web – Il Signore ci ha amati prima ancora di crearci, nel suo pensiero, e ci ha creati per amarci e per amare”.

Pillola del giorno dopo è attentato alla vita umana
Ricordando, poi, quanto detto da Papa Francesco nella conferenza stampa sul volo di ritorno dal viaggio apostolico in Messico, lo scorso febbraio, e cioè che “l’aborto non è un male minore, bensì un crimine, è un male assoluto”, i vescovi esortano i fedeli a rifiutare tale pratica. In particolare, la Commissione episcopale lancia l’allarme riguardo alla recente decisione del Tribunale di Lima di avviare la consegna gratuita della così detta “pillola del giorno dopo” nei Centri sanitari del Paese. Ma questo farmaco, spiegano i presuli peruviani, rappresenta “un attentato alla vita umana, soprattutto a quella dei più piccoli ed indifesi, che non hanno voce”. E ciò comporta che “il valore della vita umana venga relativizzato, creando gravi ingiustizie verso i più deboli”.

Senza rispetto per la vita non si può costruire la pace
“Senza il rispetto e la difesa della vita – continua il messaggio – non si può costruire la pace”. Per questo, viene lanciato un richiamo allo Stato, affinché ricordi che “la sua funzione è quella di rispettare e promuovere i diritti umani di tutti i peruviani, senza discriminazioni di alcun genere, tanto meno di età o impossibilità di agire”. Inoltre, i vescovi sottolineano che la tutela della vita, a partire dal concepimento, è citata nell’articolo 2 della Costituzione nazionale.

Facilitare le adozioni per evitare l’aborto
Per evitare le interruzioni volontarie di gravidanza, poi, la Cep richiama quanto scritto da Papa Francesco nell’Esortazione apostolica post-sinodale “Amoris Laetitia”, in cui si chiede di “facilitare le procedure per l’adozione, soprattutto nei casi di figli non desiderati, al fine di prevenire l’aborto o l’abbandono” (n.179). Tutti i cattolici, sottolinea la Chiesa del Perù, sono quindi invitati a cercare soluzioni per simili dolorose situazioni, aiutando soprattutto le donne, “accogliendole, accompagnandole ed esigendo che lo Stato offra loro le risposte che gli competono, secondo quanto sancito dalla Costituzione”.

Non cedere a ideologia del presunto “diritto alla salute riproduttiva”
I vescovi peruviani, poi, riaffermano “chiaramente e coraggiosamente il valore della vita umana e denunciano le manipolazioni portate avanti da un’ideologia che cerca di ridefinire concetti come l’inizio della vita, il concepimento e la gravidanza solo per raggiungere gli obiettivi di alcuni presunti ‘diritti alla salute riproduttiva’ che includono l’aborto e la morte del nascituro”. Al contrario, compito dei cattolici – è l’esortazione finale della Cep – sarà quello di “annunciare ogni giorno il valore della vita umana, con la gioia di sapere che siamo tutti figli prediletti di Dio”. (A cura di Isabella Piro)

Foto neonato da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arexons lancia un’applicazione per rispondere a dubbi e curiosità sui prodotti più indicati per la cura e la manutenzione dell’auto.

La monovolume coreana, disponibile anche a sette posti, beneficia di un restyling di metà carriera che porta in dote inedite dotazioni multimediali e di sicurezza. Grazie a un nuovo pack tecnico si riducono i consumi del 1.7 td da 115 cv.

Debutta a Parigi l’edizione limitata a 50 esemplari della serie speciale ispirata al marchio nautico italiano. Alla dotazione full optional e alle finiture ricercate si accompagnano motori a benzina 1.2 aspirato da 69 cv o 0.9 TwinAir turbo da 85 o 105 cv.

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana