Google+

Quelle «leggi vaghe» che minacciano la libertà religiosa

maggio 4, 2016 Redazione

omofobia-ansa

Come segnala nel suo blog il vaticanista della Stampa Marco Tosatti, è uscito il rapporto annuale dell’Uscirf (United States Commission on International Religious Freedom), un organo indipendente istituito dal governo federale statunitense i cui membri sono nominati in maniera «bipartisan» e hanno l’incarico di «difendere il diritto alla libertà religiosa nel mondo», riportando notizie di violazioni ed elaborando «suggerimenti per il presidente, il segretario di Stato e il Congresso», come spiega l’organizzazione nel suo sito.

Il documento, datato “April 2016″, segnala diversi fatti che i lettori di Tempi e tempi.it conoscono bene e ne riporta molti altri, dividendo i paesi in cui la libertà religiosa è particolarmente a rischio in due categorie: quelli che si distinguono per «violazioni particolarmente gravi e sistematiche» (Myanmar, Cina, Eritrea, Iran, Corea del Nord, Arabia Saudita, Sudan, Turkmenistan, Uzbekistan, Repubblica Centroafricana, Egitto, Iraq, Nigeria, Pakistan, Siria, Tajikistan, Vietnam) e quelli in cui «le violazioni commesse o tollerate dal governo sono serie» (Afghanistan, Azerbaijan, Cuba, India, Indonesia, Kazakhstan, Laos, Malesia, Russia, Turchia).

Il rapporto contiene però un paragrafo intitolato “Hate Speech Laws” che riguarda anche tanti paesi occidentali dove in genere l’esercizio della libertà religiosa si ritiene garantito. Secondo l’Uscirf invece non è così. Scrivono i commissari:

«La pubblica, pacifica condivisione delle convinzioni religiose non è solo una componente integrante della libertà religiosa, è anche protetta dalla libertà di espressione. Questa include l’espressione di convinzioni che possono risultare offensive per altri o controverse a livello sociale, come le opinioni sull’omosessualità, l’aborto o le altre religioni. Leggi vaghe ed eccessivamente estensive contro “l’incitamento all’odio” che comprendano discorsi che non arrivano a incitare alla violenza rappresentano un rischio di congelamento della libertà di espressione. Se usate contro la pacifica espressione di convinzioni, possono generare violazioni della libertà di parola e di religione».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. Toni scrive:

    Galasi,
    grande come sempre. Le tue opinioni hanno la forza di una tempesta in un bicchiere d’acqua. Roba d’artista. Mi ricordi l’opera di P. Manzoni.
    Non do un occhiata a niente … la tua è una stupidaggine giusta per dire qualcosa.
    Il diritto di esprimere convinzioni anche disturbanti è un sacrosanto diritto. Un diritto, del resto, sul quale tu ci sguazzi offendendo la nostra religione e che poi con atteggiamento poco coraggioso vuoi fare la specie protetta, vuoi la leggina che ti tuteli dai “bruti” con l’opinione cattiva. Il tutto per impedire di esprimere ad altri le proprie di opinioni in merito al tuo mondo-arcobaleno

    Per dirla con Massimo fini : “Io ho il diritto di odiare chi mi pare. Ma se gli torco anche solo un capello devo finire dritto e di filato al gabbio.”

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana