Google+

Perché Giovanni Paolo II non si stupì della caduta del Muro di Berlino

novembre 6, 2014 Redazione

Oggi sulla Radio Vaticana è stata pubblicata una bella intervista a Joaquin Navarro-Valls, ex direttore della Sala stampa della Santa Sede e fra gli uomini più vicini a san Giovanni Paolo II. L’occasione è stata fornita dall’avvicinarsi del venticinquesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino.
Quando giunse la notizia in Vaticano, racconta Navarro-Valls, papa Wojtyla non si mostrò particolarmente sorpreso: «Curiosamente, era quasi come se lui se lo aspettasse. Entrava questa possibilità pienamente nel suo modo di pensare e per lui era quasi una non notizia».

ERRORE ANTROPOLOGICO. Il Papa credeva fermamente nella caduta del Muro di Berlino e nella fine dell’impero sovietico perché aveva capito che «il più grave errore, l’errore fondamentale del socialismo, del socialismo reale, era antropologico. Questa era una cosa che fu sorprendente anche a livello delle cancellerie europee e anche americane. Lui capiva benissimo che l’errore di base di questo socialismo reale era di natura antropologica e cioè una visione sbagliata dell’uomo: quell’uomo nuovo che il comunismo voleva ricreare, perché la società che loro immaginavano funzionasse, era un mito, un grande errore. Quindi lui se lo aspettava, aspettava questo cambiamento e per questo continuava a ripetere il suo messaggio, che fu perfettamente capito in tutto il centro-est europeo».

LIBERTA’ E VERITA’. La risposta più bella, Navarro-Valls la dà all’ultima domanda dell’intervistatore Alessandro Gisotti ricordando lo storico discorso del 1996 alla Porta di Brandeburgo. «Giovanni Paolo II, che adoperava spesso la parola “libertà”, la abbinava sempre al concetto di verità: se è possibile per l’essere umano essere libero e decidere è perché può conoscere la verità e quindi questa conoscenza della verità è quello che gli permette poi di decidere e alla fine di agire. Nel contesto del socialismo reale questo era completamente nuovo, perché era l’impero della menzogna organizzata. Era questo, era il rivendicare la verità delle cose. E questo va strettamente unito al concetto di libertà».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. Cavaliere di S. Michele says:

    Giovanni Paolo II MAGNO!

  2. mike says:

    grande giovanni paolo II. l’uomo non è fatto per essere schiavo e cioè col cervello chiuso, ma per essere libero e col cervello che funziona.
    oddio il comunismo è rinato in occidente, ha solo fatto un giro più largo. infatti le idee diffuse solo quelle di sinistra. da noi è stato più soft, ha puntato sulla carta stampata e sulla televisione, e alla fine anche sul vinile.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.

Attesa per novembre, cresce non solo nelle dimensioni ma anche nella tecnologia. Per il momento non sono previste motorizzazioni ibride

L'articolo Nuova BMW X5, la SUV secondo Monaco proviene da RED Live.