Google+

Eccola qui, in un battibaleno, la stepchild adoption

marzo 2, 2016 Redazione

Mentre proseguono le polemiche sul ricorso all’utero in affitto da parte di Nichi Vendola; mentre il Pd ha manifestato l’intenzione di riformare la legge sulle adozioni; mentre Beppe Grillo si dice – in maniera alquanto confusa – contrario all’utero in affitto; mentre, dicevamo, accade tutto questo, i giudici vanno avanti per la loro strada.
E così accade che il tribunale dei minori di Roma autorizzi un’adozione incrociata di due bambine, di 8 e 4 anni, da parte di due lesbiche conviventi. Ognuna delle due piccole è figlia di una delle due e sono nate tramite fecondazione eterologa in Danimarca. In un battibaleno, eccola qui che la stepchild adoption.

STATO DI ABBANDONO. Segnaliamo due giudizi sulla questione. Il primo è della deputata di Idea Eugenia Roccella che, giustamente, sottolinea un aspetto poco enfatizzato anche nei commenti che oggi appaiono sui giornali e cioè che nessuna delle due bambine era in «stato di abbandono». E allora perché l’adozione? Così, nota Roccella, si «conferma che l’obiettivo di alcuni magistrati non è quello di tutelare i bambini che non hanno genitori, ma di consentire l’adozione alle coppie omosessuali. Nessuna delle due bambine si trovava infatti in stato di abbandono – condizione per accedere all’adozione; si è sfruttato invece l’articolo che consente la continuità affettiva per legittimare una genitorialità da cui si esclude la figura paterna. Lo stralcio della stepchild adoption, come si vede, è stata un’operazione puramente estetica, un alibi per far passare una legge pessima, che apre la strada a utero in affitto e adozioni gay».

MASCHIO E FEMMINA. Il secondo giudizio lo andiamo a recuperare dall’archivio di Tempi riproponendo solo un passaggio di un’intervista a Italo Carta, rinomato psichiatra e direttore della Scuola di specializzazione in Psichiatria all’Università degli studi di Milano, scomparso nel 2013.

Ha parlato dei bambini. Che conseguenze può avere dare a queste coppie la possibilità di educarli?
La natura ha fatto l’uomo maschio e femmina e la differenza non è solo fisica ma psicologica. La psiche dell’uomo è diversa da quella della donna: la donna protegge, dà la vita per il figlio, si sobbarca le sue fatiche. Il padre è quello che recide questo legame affinché il bambino cresca e cammini con le sue gambe. Il bambino da quando è nato il mondo per crescere forte e sano, per affrontare la vita e i problemi, ha bisogno di entrambe queste figure. Senza di esse salta in aria tutto il dispositivo edipico su cui si fonda da sempre ogni società. Non mi parlino dei genitori morti perché la loro presenza evocata è utile comunque a questo processo. E comunque la morte non crea disordini affettivi come la sostituzione di un genitore con una figura di un altro sesso. Non conosciamo ancora gli scenari di un mondo disposto a stravolgere la normalità ma li prevedo terribili: l’uomo che obbedisce alla sua volontà e non alla norma si distrugge. E questo non dobbiamo permetterlo per il bene di tutti. L’uomo per sua natura è un essere giuridico che per crescere ha bisogno di seguire delle norme date a lui come pilasti di supporto per camminare certo nella vita.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download