Google+

Nella corsa a chi garantisce più diritti ai gay (e meno ai bambini) la Germania fa un grande balzo in avanti

febbraio 20, 2013 Redazione

Ieri la Germania, andando oltre la sentenza di Strasburgo, ha concesso alle coppie gay di adottare a loro volta il bambino precedentemente adottato dal proprio partner.

Ieri una sentenza della Corte di Strasburgo ha sentenziato che due donne lesbiche austriache, una delle quali ha in precedenza avuto un figlio da un uomo da cui poi si è separata, hanno il diritto ad adottare alla pari il bambino e a creare così un nuovo nucleo famigliare stabile e a sé stante.

LA GERMANIA VA OLTRE. Ma lo stesso giorno la Germania si è dimostrata più avanti ancora nel riconoscimento dei nuovi diritti delle nuove coppie. La Corte costituzionale tedesca infatti ha rafforzato i diritti delle coppie omosessuali in materia di adozione. I giudici di Karlsruhe hanno stabilito che a partire da subito gli omosessuali legati in un’unione civile potranno adottare a loro volta il bambino precedentemente adottato dal proprio partner.

SOLITA DISCRIMINAZIONE. Il divieto “dell’adozione successiva” per le coppie omosessuali viola il principio della parità di trattamento, ha deciso la corte. Finora l’adozione successiva era concessa solo alle coppie eterosessuali sposate, mentre a gay e lesbiche era permesso soltanto di adottare il figlio naturale del loro partner, come la Corte di Strasburgo ha sentenziato. Ma per la Corte costituzionale sarebbe una inaccettabile discriminazione.

MATRIMONIO GAY TEDESCO. La Germania si sta portando avanti rispetto a Strasburgo. Il prossimo passo, già programmato da Spd e Verdi, è presentare una legge che equipari le unioni omosessuali al matrimonio sul modello francese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.