Google+

«Il figlio che non volevo mi ha salvato la vita». Storia di Brandon, il bimbo “Superman”

dicembre 4, 2013 Benedetta Frigerio

La vicenda di una madre inglese salvata da un bambino che “non era nei programmi”. «È come se qualcuno lo avesse mandato dall’alto per salvarmi la vita»

Non voleva sentir parlare di avere un secondo figlio, perciò usava la spirale. Ma non avrebbe mai immaginato che proprio quel bambino indesiderato avrebbe finito per salvarle la vita. È questa la storia di Nicola Weller, inglese di 29 anni. Tutto ebbe inizio nel settembre 2009, quando la donna fu mandata dal medico di base all’ospedale Bridport Community nella contea inglese di Dorset per sottoporsi ad alcuni controlli. L’esito fu un’amara sorpresa: cancro all’addome.

NATO COME SUPERMAN. Nicola, che allora aveva una bambina di 4 anni, ha spiegato al quotidiano britannico Daily Mail di essere rimasta scioccata dalla notizia: «Ero devastata. Mi è semplicemente caduto il mondo addosso. Ero terrorizzata dall’idea di lasciare mia figlia senza madre». Fu fissato un intervento per il 10 gennaio 2010 e, prima di entrare in sala operatoria, la donna fu sottoposta ad un’ecografia: «Aspettavo che l’infermiera scoprisse dov’era esattamente collocato il tumore – ha raccontato -, ma improvvisamente si è alzata ed è uscita dalla stanza. In pochi minuti è ritornata con altri tre radiologi». Fu allora che a Nicola fu comunicata la notizia più inattesa: il tumore era scomparso. Quel figlio non voluto e che Nicola non sapeva di portare in grembo l’aveva salvata. Gli ormoni prodotti dalla gravidanza erano riusciti a sconfiggere il suo male.

«GRAZIE AL CIELO CHE C’È». Brandon – questo il nome scelto per il piccolo – è nato nel settembre del 2010. «Incontrare il figlio che mi ha salvato – ha detto la madre – è stato bellissimo. È davvero un bimbo forte. Lo abbiamo persino soprannominato “Superman”: è nato con il braccio destro puntato in avanti». Oggi Nicola si dice felicissima di essere madre di due figli: «È stato assolutamente incredibile. Usavo la spirale perché non volevo rimanere incinta. Perciò soltanto il fatto che Brandon sia stato concepito è un miracolo. Non solo è stato concepito, ha anche sconfitto il mio tumore. È come se qualcuno lo avesse mandato dall’alto per salvarmi la vita. Non volevo quel bambino e ora invece sono piena di gioia per il fatto che c’è».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana