Google+

Ignazio Marino candidato Pd per Roma spaventa i cattolici. «Sue politiche legate a ideologie astratte»

aprile 9, 2013 Redazione

Liberalizzazione droghe, registri delle coppie di fatto, testamento biologico. Sono queste le priorità per la capitale? De Palo: «Roba dal valore legale nullo, ma dal costo sociale pesantissimo»

Ignazio Marino ha vinto le primarie del Pd per la corsa a sindaco di Roma. Come riporta oggi Avvenire, tale vittoria ha messo in allarme il mondo dell’associazionismo di base, in particolare quello cattolico. Le posizioni di Marino, infatti, sebbene egli si dichiari “cattolico”, promuove politiche in aperto contrasto col magistero. Lo rileva, tra gli altri e meglio di altri, anche Gigi De Palo, assessore alla famiglia, educazione e giovani che al quotidiano dice: «Roma ha bisogno di un padre di famiglia, di un amministratore che si occupi delle buche, delle case, delle giovani coppie, dei servizi sociali… E invece il Pd mette in campo Ignazio Marino, emblema di una politica distante anni luce dai problemi reali, legata a ideologie astratte». E per capire meglio quali siano queste ideologie sbagliate, De Palo elenca le priorità che Marino ha messo nella sua agenda: «Liberalizzazione delle droghe leggere, registri delle coppie di fatto, testamento biologico… Roba dal valore legale nullo, ma dal costo sociale pesantissimo. Con l’aggravante di invertire le priorità della città e di mandare al macero quello che abbiamo costruito in questi anni». Anni in cui, argomenta l’assessore, «siamo riusciti a portare a Roma il quoziente familiare, un quadro organico di politiche familiari e un sistema di asili nido aperto e di alta qualità. Temo che saranno sacrificate sull’altare dell’agenda-Marino».

DERIVA ZAPATERO. L’ostilità di De Palo – a capo della lista civica Cittadini x Roma – a Marino non è tacciabile di “pregiudizio politico”, ma ha la sua radice in una diversa impostazione antropologica, come lo stesso illustra all’intervistatore: «Io non avevo votato Alemanno. E ho accettato il mandato nella misura in cui avrei potuto svolgerlo in modo coerente con i miei valori cristiani e con i principi della Dottrina sociale della Chiesa, sussidiarietà in primis… Per me con Marino non nasce un problema politico, ma antropologico. È il tentativo di imporre, di trapiantare a Roma una nuova anima lontana da quella popolare che la caratterizza nel mondo».
«Parla quasi da elettore del Pd deluso…», chiosa la giornalista e De Palo conferma: «Non si sbaglia. La nostra lista civica al suo interno ha anche simpatizzanti di centrosinistra delusi. Penso sia nell’interesse del Paese che il Pd ponga rimedio a questa deriva su posizioni radicali e laiciste. Io vorrei chiedere a Marino e Bersani: ma cos’è cambiato in Spagna dopo gli anni di Zapatero? Le leggi sui cosiddetti “diritti civili” hanno fermato la crisi? Qui – lo ricordo a tutti – siamo in un Paese a crescita-zero da venti anni, con un peso fiscale insopportabile».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. giuliano says:

    questi sarebbero cattolici che vorrebbero tanto votare PD, è sufficiente che Marino vada in visita in Vaticano e può mantenere il matrimonio per sodomiti, ecc. Alemanno, no, che orrore, anche se ha sviluppato una politica di aiuto alle famiglie, anche se non approverà mai le coppie sodomite. Vuoi mettere quanto sono avanzati e amici della ggente quelli si sinistra ??

    • michele says:

      sodomia tra uomini non va bene ( alla luce del giorno, si intende, ma nascosto in un collegio magari va bene tutto..anche con bambini)? ma tra coppie etero – cattolici si, per evitare gravidanze visto che non possono usare anticoncezionali senza offendere la chiesa..? che schifo..che ipocriti i cattolici.

      • andrea says:

        chiamasi continenza, l’uso controllato del sesso coniugale, non licenza ad usare altri buchi o simili. Prima di sparare ridicole sentenze sulla presunta sodomia dei cattolici, pensa fino a 10 e poi ricomincia, va: ne va della figura che ci fai!

  2. Michele says:

    Sarebbe interessante domandare al dott. Marino chirurgo trapiantologo se tra i nuovi diritti c’e’ anche la staminomicina compassionevole vedi Stamina Foundation e compagni magistrati “autorizzatori”

  3. francesco taddei says:

    giuliano sono d’accordo con te.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi