Google+

Giannino si getta nella mischia con Fare per fermare i declino

gennaio 2, 2013 Redazione

Il giornalista ha deciso di candidarsi alle prossime politiche. No a Berlusconi, Pd e Monti (“mi ha deluso”). Il programma? Abbattere tasse e debito

Oscar Giannino ha rotto gli indugi: dopo avere fatto, inutilmente, appello a Mario Monti per un confronto sul programma il giornalista ha deciso di candidarsi e di avviare la raccolta di firme per presentare alle prossime elezioni il suo movimento Fare-Fermare il declino. L’annuncio è stato dato questa mattina nel corso di una conferenza stampa al comitato romano di Fare, a pochi passi dalla sede del Pd in largo del Nazareno. Con l’occasione è stata presentata anche la candidata di Fare alla presidenza della Regione Lazio, l’imprenditrice Alessandra Baldassari.

“Ho inviato a Monti una lettera aperta per capire se era disponibile a una condivisione sul programma poi ho chiesto un incontro, ma non è arrivata nessuna risposta”, ha riferito Giannino. “Da qui il giudizio di delusione”, ha aggiunto.
Due sono le critiche che Fermare il declino muove soprattutto a Monti, di cui pure apprezza il fatto che abbia ridato credibilità internazionale all’Italia.
La prima “non avere visto un cambio di marcia rispetto alla politica del ‘tutto tasse’ di Tremonti” che ha portato al calo di tutti gli indicatori economici, ha sottolineato Giannino, “non è virtù ciò che incrementa le tasse”.
La seconda pecca è tutta politica ed è “avere appaltato a Montezemolo il monopolio della società civile”, ha sottolineato, “magari bisognerebbe chiedere anche a Corrado Passera se la rappresentanza non andasse organizzata in altro modo”.
Giannino però non ha chiuso del tutto le porte a Monti. “Vedremo se ci sarà qualche cambiamento in agenda e chi imbarcheranno alla fine… Ma il nostro è un no all’impostazione ‘tutta tasse’ di Monti”, ha chiarito.

Per ora Giannino si presenterà capolista in più circoscrizioni per “capitalizzare” la sua notorietà, visto che gli altri promotori del manifesto hanno preferito “continuare a fare il proprio lavoro”. Anche se non si è sbilanciato sull’ipotesi di candidarsi premier. Di certo, pare difficile che Fermare il declino possa allearsi con altri schieramenti.

“Berlusconi è impresentabile e il no nei suoi confronti è insuperabile, ma non ho ancora capito chi esce dal Pdl. Vedremo se ci sarà un centrodestra capace di chiarezza”, ha detto ancora.
Di certo, non c’è nessun interesse verso il Pd dopo la sconfitta alle primarie di Matteo Renzi per cui invece Giannino si era molto speso. “Il Pd vuole la patrimoniale – ha ricordato – e le primarie hanno dimostrato che è l’unico partito per cui il muro di Berlino non è ancora caduto”.

Dunque ‘Fermare il declino’ per ora va avanti da solo, con un obbiettivo: “Tentare di radicare una pattuglia di parlamentari” che si battano per l’abbattimento del debito pubblico attraversi i tagli alla spesa e non l’aumento delle tasse, per un nuovo welfare che aiuti donne e giovani anche con una diminuzione delle aliquote fiscali.
Giannino ha preannunciato per i prossimi giorni un appello di economisti in sostegno di ‘Fermare il declino’. Per ora il movimento conta 48mila aderenti, 21mila volontari e 387 comitati locali. Per la campagna elettorale si conta di spendere, grazie a donazioni di privati, 2 milioni di euro. (Agi)

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. francesco taddei scrive:

    grande giannino!

  2. pietro scrive:

    Pur stimandolo abbastanza sorrido ogni giorno davanti al fatto che manchiamo solo io e mio nonno a candidarci premier forti della discussione politics avuta ieri sera davanti ad un grappino tra un tempo e l’altro di un film di cui non ricordo il nome ora…

  3. Andrea scrive:

    Tempi non ha l’ onestá intellettuale di dire almeno che, grandissimo gianninoe tutto quanto, ma votarlo, visto che corre da solo è un voto buttato? È un voto dato a Bersani-vendola questo è chiaro. ci vuole realismo, il cristianesimo è anche questo. REALISMO! Usate la testa.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana