Google+

«Dimettiamo Formigoni». Lo dice Beppe Grillo. Via Skype. Coi piedi a mollo nel mare sardo

luglio 9, 2012 Chiara Sirianni

«Lo tampineremo sulle barche». contro il governatore della Lombardia poche decine di persone e un messaggio video. Direttamente dalla Costa Smeralda

“Formigoni lo dimettiamo noi”. Questo il titolo dell’iniziativa svoltasi sabato, in piazza Cairoli, a Milano. È l’inizio della campagna del Movimento 5 stelle per ottenere le dimissioni del presidente lombardo Roberto Formigoni. Poche decine di persone in piazza: ci sono i cartelloni con la barca di Pierangelo Daccò, c’è un cartonato di Formigoni a grandezza naturale e in costume da bagno, con tanto di fila per farsi fotografare al suo fianco, come a Gardaland. E Beppe Grillo? È sul palco? Non proprio. Lo spiega a denti stretti Mattia Calise, consigliere comunale a Milano e astro nascente del Movimento 5 Stelle: «Interverrà tra venti minuti, via Skype».
L’ex comico si trova infatti al mare, in Sardegna, più precisamente in Costa Smeralda («voi lì a Milano con 40 gradi»). Ma la gente è scarsa, fa caldo, e un messaggio video è meglio di niente. Dopo qualche «mi senti Beppe?» «Mi sentite, grilli?» il collegamento parte. La folla sente poco. Non si vede assolutamente nulla: sul mega-schermo batte il sole. Ma tanto basta per scaldare gli animi. Dallo schermo di un piccolo computer Grillo annuncia una «guerra senza esclusione di colpi», perché «Forminchioni se ne deve andare».

Il motivo? I toni sono sobri, come di consueto: «Sorride come un chierichetto stuprato dal parroco», tuona Grillo, «questa è gente che oltre a essere incompetente è in bancarotta mentale, che va schiodata. Se non lo facciamo con le leggi lo faremo in altre maniere». Vale a dire? «Andremo al Pirellone tutti i giorni, con le pentole, lo tampineremo sulle barche, nei porticcioli, nelle ville, sempre. Lo massacreremo ai fianchi fianchi fino a quanto non sarà esaurito fisicamente e psicologicamente».

In attesa di sapere se Grillo inizierà a “tampinare” il governatore direttamente da Portocervo, Formigoni ha così risposto al comico: «Aspetto Grillo. Mi ha dichiarato guerra in contumacia perché non era presente, ma vorrei ricordare di averlo già sfidato alle elezioni regionali del 2010 dove ha preso l’1,5 per cento». Il vicepresidente del Pdl alla Camera, Maurizio Lupi, ha stigmatizzato l’attacco «scomposto e sconclusionato» del comico genovese. «Non meriterebbe repliche. Nonostante questo vorrei ricordare a Grillo che la democrazia partecipata, che lui dice di difendere, ha premiato per più volte Formigoni confermandolo alla guida di una delle Regioni più importanti d’Italia. E questo è avvenuto per la buona amministrazione di questi anni. I lombardi sanno riconoscere chi ha ben governato».

Per il presidente del gruppo del Pdl in Regione, Paolo Valentini, si è trattato di «un colossale flop, nonostante il ripetuto traino offerto dai principali organi di stampa. Grillo stesso non ha partecipato direttamente, ma a preferito starsene rintanato al sole della Costa Smeralda, dimostrando di non credere nemmeno lui, e fa bene, alla caduta di Formigoni». E l’intervento? «Solo insulti. E ignoranza, visto che ha parlato dei bond greci, dimenticando che con l’operazione bond la Regione ha risparmiato diversi milioni di euro». Nessuno sembra però notare la contraddizione, nemmeno sul web, che difende il leader sempre e comunque. Tranne qualche voce isolata: «Sarò sempre dalla parte di Grillo, ma mi sorge un dubbio. Un gruppetto di gente normale, sotto 40 gradi all’ombra a protestare contro uno che ha fatto una vacanza in Sardegna. A ribadire il concetto c’è Grillo, che si gode una vacanza in Sardegna. Giustamente, tra l’altro, un po’ di meritato riposo. Ma non vi sembra un tantino paradossale?»

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Luigi Lupo says:

    Grillo è in vacanza in Sardegna e magari la vacanza se la paga e tiene le ricevute, e dei politici di rango fanno i commenti su una iniziativa del movimento 5 stelle.
    Intervengono: il vicepresidente della camera, noto politico coerente basta vedere come ha votato sul caso Ruby, e il presidente del gruppo PDL alla regione Lombardia.
    Ma se al raduno c’erano poche persone, tranne quelle in fila per la foto con Formigoni, quante persone di rango del PDL sarebbero intervenute se al raduno fossero stati di più? Penso che si sarebbe scomodato addirittura LUI il Berlusca, festino permettendo.
    Il celeste non è intervenuto, forse è in vacanza, speriamo tenga le ricevute.
    Penati non ha fatto commenti, sa che lui è del PD e non del PDL, nonostante la digestione delle cozze pelose sa ancora distinguere.

  2. libero says:

    Se prima o poi dovessi conoscere uno che tiene le ricevute delle vacanze credo proverei per lui molta tristezza. Come le avrà passate?
    Grillo poi, come ognuno, da quello che ha; lui sembra dare proprio poco ma, ahimè, è il suo massimo. L’importante è accorgersene e non berle proprio tutte, perchè qualora dovessimo iniziare a credere che gli asini volano avremmo rinunciato definitivamente all’uso della ragione.
    Pensando poi a grillini, fatto quotidiano, repubblica, il giornale, libero, corriere & co., mi viene in mente C.T., quelo che scriveva sui marciapiedi di Milano. Ricordate? “Popolo bue, ti uccidono coll’onda…”

    Aiutiamoci, perchè non è bello seppellirci a vicenda con largo anticipo…

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi