Google+

A 75 anni Fantasia Disney fa il giro del mondo

gennaio 7, 2016 Giuseppe Pennisi

La tappa italiana è nei giorni dell’Epifania (cinque concerti affollatissimi dal 5 all’8 gennaio) nella Sala Cecilia del Parco delle Musica

Vi ricordate Fantasia il film di Walt Disney formato da brani musicali ed accompagnato solo dalla musica (con Leopold Stokowski alla guida della Filarmonica di Filadelfia? Ci vollero anni per girarlo ed uscì, negli Stati Uniti, nel 1940 in solo 13 sale particolarmente attrezzate per la parte sonora con una tecnica (il Fantasound) che desse l’illusione di un’esecuzione dal vivo (non registrata come lo era). Diventò uno dei maggiori successi della storia del cinema. Si abbandonò il Fantasound e si moltiplicarono le sale. In Italia incantò grandi e piccini quando, nel dopoguerra, varcò l’oceano ed i nostri confini. Nel 2000, il nipote di Walt, Roy Disney, ne produsse un seguito (Fantasia 2000) con differenti brani musicali e l’orchestra sinfonica di Chicago diretta da James Levine. Erano cambiate, nel frattempo, le tecniche di animazione: dal disegno animato (sostanzialmente a mano) si era passati al disegno animato computerizzato. Per celebrare i 75 anni dalla prima uscita nelle sale, il 13 novembre 1940, è iniziata una tournée mondiale con una nuova edizione Disney Fantasia in cui cinque brani o episodi della prima edizione vengono intercalati con altrettanti della seconda. Ciò permette tra l’altro di notare le differenze. La musica, poi, è dal vivo. Sul podio ci sarà, direttore statunitense attualmente a capo (in qualità di direttore principale) della BBC Concert Orchestra di Londra e della Boston Pops Orchestra; in gran parte delle tappe suona la Boston Pops.

La tappa italiana è stata nei giorni dell’Epifania (cinque concerti affollatissimi dal 5 all’8 gennaio) nella Sala Cecilia (2800 posti) del Parco delle Musica. Sul podio, c’è sempre Lockhart, ma suona l’orchestra sinfonica di Santa Cecilia, più numerosa (ben 120 orchestrali) e più corposa della Boston Pops. La Befana romana, quindi, è stata differente dal passato. Non ci sono state a Piazza Navona le bancarelle con i pupazzetti del Presepe (invero sempre di meno) e con dolciumi e giocattoli di plastica (invero sempre di più) a causa di una complicata questione di appalti di cui si sta occupando la magistratura. Rari i consueti “botti” accompagnati da fuochi d’artificio, perché inquinano molto e spesso fanno danni anche mortali. Disney Fantasia è stata una delle principali attrazioni. Erano previste tre repliche diventate cinque a ragione delle forte richieste di biglietti.

La prima edizione ha 75 anni ma non li dimostra. Per molti aspetti i disegni animati, un po’ artigianali, della prima edizione hanno una maggiore presa di quelli del seguito uscito nel 2000. Infatti è un capolavoro che non ha età. Per la prima volta in Italia viene proposto con l’esecuzione della musica dal vivo. L’orchestra sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia conosce molto bene i dieci brani, e l’undicesimo offerto come bis (il finale de Il Carnevale degli Animali i Camille Saint Saens), in quanto sono tutti di repertorio. È stata un’occasione per ritrovare le immagini animate (memorabile la scena di Topolino alle prese con le scope dell’Apprendista Stregone) unite all’emozione di ascoltare in diretta le altrettante pagine immortali – utilizzate nel film – di Beethoven, Stravinskij, Ponchielli, Saint-Saëns, Dukas, Čajkovskij, per citarne alcune.

Lo spettacolo ha soprattutto portato un pubblico nuovo nella Sala Santa Cecilia. L’entusiasmo è stato tale che durante l’intervallo il Sovrintendente Michele dall’Ongaro ha annunciato sconti su tutti i concerti del mese di gennaio a tutti coloro che hanno il biglietto del concerto del 6 gennaio. Una Befana per circa tremila spettatori.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.