Google+

Mamma, sono una Barbie

marzo 30, 2012 Elisabetta Longo

Impazza tra le giovanissime il look da bambola: capelli biondi e perfettamente lisci, pelle diafana e occhi enormi. Ma come fanno a conciarsi così? Grazie a sedute estenuanti di trucco, lenti a contatto di ultima generazione e qualche rotella fuori posto.

L’adolescenza è un’età difficile, l’accettazione di sé, del proprio corpo che cambia secondo regole imposte dalla natura, è un percorso lungo e faticoso in molti casi. C’è chi fa questo cammino serenamente, chi ci si ammala, chi si reinventa una nuova identità. Da Barbie umana, per esempio, e non è sempre una buona idea. Merito sopratutto dei social network e di Youtube, il regno sterminato in cui chiunque abbia un’idea eccentrica è in grado di raccogliere velocemente consensi e link. È il caso di Dakota Koti, in arte Kota Koti, sedicenne americana con un solo obiettivo nella vita. Diventare una Barbie umana sfruttando quello che il corredo genetico le ha già dato, capelli chiari, occhi azzurri e viso perfetto. Per il momento la sua arte sta tutta nel giostrarsi abilmente tra un ricco guardaroba e strumenti di make up e parrucco da far invidia a ogni ragazza. Il trucco sta davvero tutto lì, nel diventare icona e modello discutibile per le teenager di tutto il mondo. Dakota, americana di nascita, è già stata ospite di varie trasmissioni tv, tra cui l’edizione russa di Mtv, e molto interesse ha avuto da parte dei canali televisivi asiatici, dove la moda di essere bambole umane è dilagata già da tempo (vedi anche le kawaii girl, ragazzine che si vestono, pettinano e agghindano come personaggi dei cartoni animati, una delle più gettonate è Sailor Moon, paladina bionda con i codini e l’uniforme da marinaretta). Più di un milione di visualizzazioni per Dakota, e appena una decina di video in cui la ragazza si spazzola i capelli, ammicca o gioca a “giralamoda” con gli abiti del suo armadio mostrando un corpo inquietantemente da bambina. Certo viene da chiedersi cosa succederà a Kota quando diventerà grande. Subito si pensa alla chirurgia estetica per completare ulteriormente i tasselli del suo essere Barbie umana, ci sono già stati casi nel mondo di donne così folli per questo traguardo da sottoporsi a decine e decine di operazioni.



La sua diretta concorrente è una certa Venus Angelic, quindicenne inglese appassionata di manga, il cui motto profondo è “È bello essere importanti, ma è più importante essere belli”. Venus sembra davvero aver preso sul serio questo scopo e nei suoi video spiega per filo e per segno “How to look like a doll”. Una delle cose più importanti per sembrare una bambola è avere occhi grandi, enormi, irreali. Per questo Venus e le sue seguaci ricorrono a lenti a contatto particolari, chiamate “circle lenses” che fanno sembrare l’iride più grande, indossate anche da Lady Gaga nel video di Bad Romance. Ed è proprio imitando il look della Gaga che Michelle Phan, altro idolo delle ragazzine e ovviamente di Youtube, è diventata famosa sul web.

Gli oculisti però dicono che il rischio che corrono gli occhi con queste lenti sia la poca ossigenazione e ingenti danni abrasivi. Ovviamente questi artifici estetici si trovano online senza prescrizione a una ventina di dollari e danno una sorta di dipendenza. La diciannovenne Naoko racconta al New York Times che si sveglia ogni mattina alle 5 per le due ore quotidiane di applicazione di extensions, ciglia finte e diversi strati di fondotinta, “Non sono una grande bellezza, ma mi piace tantissimo truccarmi e cambiare. E mi cambio fino a diventare irriconoscibile, c’è qualcuno davvero che vuole vivere essendo solo se stessi?”. 


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.