Google+

Il Liechtenstein dice no all’aborto: non passa il referendum

settembre 20, 2011 Redazione

Con il 52,3% di no, i cittadini del Liechtenstein hanno bocciato il referendum che proponeva la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza entro le prime 12 settimane. Il principe Alois, soddisfatto, dichiara che eliminare il bambino non è il modo giusto per affrontare il problema delle gravidanze indesiderate

Il Liechtenstein continua a rifiutare l’aborto. Domenica 18 settembre il referendum che chiedeva ai cittadini se volessero la depenalizzazione dell’aborto è stato bocciato con il 52,3% dei no e il 47,7% dei sì. Un risultato inatteso, vista l’ampia campagna internazionale a favore del “sì”.

L’attuale legislazione nel quarto Stato più piccolo del mondo punisce l’aborto con una pena che arriva fino a un anno di detenzione, anche se praticato all’estero. Da anni non ci sono condanne ma il referendum è stato comunque proposto per evitare il turismo abortivo fuori dai confini nazionali. Il testo di legge proponeva la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza entro le prime 12 settimane e la possibilità di abortire nel caso il feto presenti un grave pericolo di handicap fisico o mentale.

Il Parlamento si era già schierato contro la proposta e così anche il principe ereditario Alois, che ad agosto aveva annunciato che non avrebbe mai ratificato la legge. Non è stato necessario arrivare allo scontro perché i cittadini non hanno approvato il referendum. Il principe Alois ha anche dichiarato che la soluzione a un figlio indesiderato non può essere l’eliminazione del bambino. Per questo ha auspicato che si trovino altre forme per aiutare le donne che portano a termine una gravidanza non voluta.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana