Google+

Il Liechtenstein dice no all’aborto: non passa il referendum

settembre 20, 2011 Redazione

Con il 52,3% di no, i cittadini del Liechtenstein hanno bocciato il referendum che proponeva la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza entro le prime 12 settimane. Il principe Alois, soddisfatto, dichiara che eliminare il bambino non è il modo giusto per affrontare il problema delle gravidanze indesiderate

Il Liechtenstein continua a rifiutare l’aborto. Domenica 18 settembre il referendum che chiedeva ai cittadini se volessero la depenalizzazione dell’aborto è stato bocciato con il 52,3% dei no e il 47,7% dei sì. Un risultato inatteso, vista l’ampia campagna internazionale a favore del “sì”.

L’attuale legislazione nel quarto Stato più piccolo del mondo punisce l’aborto con una pena che arriva fino a un anno di detenzione, anche se praticato all’estero. Da anni non ci sono condanne ma il referendum è stato comunque proposto per evitare il turismo abortivo fuori dai confini nazionali. Il testo di legge proponeva la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza entro le prime 12 settimane e la possibilità di abortire nel caso il feto presenti un grave pericolo di handicap fisico o mentale.

Il Parlamento si era già schierato contro la proposta e così anche il principe ereditario Alois, che ad agosto aveva annunciato che non avrebbe mai ratificato la legge. Non è stato necessario arrivare allo scontro perché i cittadini non hanno approvato il referendum. Il principe Alois ha anche dichiarato che la soluzione a un figlio indesiderato non può essere l’eliminazione del bambino. Per questo ha auspicato che si trovino altre forme per aiutare le donne che portano a termine una gravidanza non voluta.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi