Google+

Maschere antigas e bunker. Così gli apocalittici sopravviveranno ai Maya

dicembre 3, 2012 Paola D'Antuono

È partita ieri una serie tv dedicata ai prepper italiani. Uomini e donne che si preparano alla fine del mondo. Andando a caccia, rifugiandosi in montagna o costruendo un bunker.

Ormai l’abbiamo capito tutti, questa storia del calendario Maya è un ottimo modo per attirare spettatori, lettori, curiosi. Ovunque si parla di come preparasi all’Armageddon, si scherza su cosa fare negli ultimi giorni (a proposito, ne mancano 18) e le trasmissioni televisive a tema “Sopravvivenza e dintorni” si sprecano. Giacobbo probabilmente ha piantato una tenda a Chichen Itza e, con una telecamera sull’elemetto, aspetta di riprendere il momento finale, mentre qui in Italia c’è chi, con serafica calma e certosina precisione, si prepara ad affrontare il nemico. Non certo per soccombergli.

GLI APOCALITTICI. National Geographic Channel è un canale satellitare che appassiona gli amanti dell’avventura, degli animali, della natura. Da un po’ di tempo su queste frequenze si sintonizzano anche i prepper. Si chiamano così, infatti, le persone che, in gruppo o da soli, si preparano a gestire le emergenze. Lavorano instancabilmente per non farsi cogliere impreparati dall’arrivo di qualsiasi disastro. Che sia naturale, ecologico, economico, politico, sociale o medico. Studiano strategie, costruiscono bunker, si allenano a usare le armi, fanno scorte di cibo e di acqua, imparano a procacciarsi il cibo da soli. E lo fanno giorno dopo giorno. Sono loro i protagonisti del programma Apocalittici, che racconta il mondo di queste persone, a dir la verità dall’aspetto e dalle usanze un po’ bizzarre. Ci sono quelli che provano il piano di evacuazione con i figli piccolini e gli animali domestici, quelli che nascondono acqua e cibarie anche sotto il tappeto, quelli che lavorano al perfezionamento delle loro maschere antigas. Ognuno ha la sua catastrofe e sono convinti che sia imminente.

ITALIAN PREPPER. Ieri, invece, è partita la versione made in Italy della trasmissione, dall’eloquente titolo Gli apocalittici italiani. C’è Marco, milanese, che ha fondato un sito per scambiarsi tecniche e strategie di sopravvivenza. Giuseppe, provetto cacciatore con arco e frecce, Andrea, che si allena in montagna per sopravvivere senza viveri e acqua, Piero, che vive in Svizzera e si è creato un rifugio segreto dove sopravvivere all’imminente collasso economico. E infine c’è Loretta, nobildonna toscana, che si è trasferita sull’altopiano di Asiago perché i suoi maestri ascesi, che le parlano durante la meditazione, le hanno indicato quello come luogo sicuro che non sarà preda dell’Armageddon. Follia? Paura dei Maya? Sul sito prepper,it, fondato da Marco, si tende a sfatare questo mito degli apocalittici: «Non siamo ansiosi e paranoici, non abbiamo paura dei Maya». Ma della fine del mondo a causa di una tempesta solare o di una mega moria di specie viventi o di un super terremoto sì. E sono anche sicuri che saranno gli unici a sopravvivere. Che fortuna.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana