«A Natale è nato Gesù, cancelliamo le spese per i cappellani militari»

Lunedì 23 dicembre è andata in scena a Montecitorio l’ennesima straordinaria performance dell’ineffabile «cittadino» Paolo Bernini (Movimento 5 Stelle), che «da ateo e sbattezzato» si è lanciato contro la spesa pubblica per i cappellani militari: «Visto che è Natale e si dice che 2.013 anni fa è nato un bambino in una grotta circondato da animali e pastorelli, come raffigurato dai due presepi all’interno del Parlamento, non sarebbe giusto che il governo si impegnasse a cancellare questa piccola anomalia investendo i soldi dello Stato laico in modo diverso?». Poi la conclusione a effetto (si fa per dire): «Il simbolo che sta sopra Montecitorio, la croce di Cristo, rappresenta la morte di una persona. Questa morte chi l’ha causata? I militari dell’Impero romano! Secondo voi, se a quel tempo ci fossero stati i cappellani militari, da che parte sarebbero stati?».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •