Un incubo chiamato Venezuela e il coraggio della Chiesa

La Conferenza episcopale del Venezuela ha pubblicato un video, diffuso anche da Fides, per mostrare al mondo l’incubo che stanno vivendo i venezuelani a causa della folle politica del dittatore Nicolas Maduro.

Nel filmato vengono mostrati la violenza nelle strade, i poveri costretti a rovistare nei bidoni della spazzatura per mancanza di cibo, le code interminabili per riempire una tanica d’acqua, intere città al buio per i continui blackout e la migrazione di milioni di venezuelani che scappano dal paese per non morire di fame. Soprattutto il video mostra l’indispensabile opera della Chiesa cattolica venezuelana per aiutare il suo popolo a sopravvivere.

«Nelle situazioni difficili che il nostro paese sta vivendo, con l’alto rischio che i cittadini hanno vissuto negli ultimi anni, l’Episcopato venezuelano è rimasto a difesa del popolo che affronta numerosi eventi che lo fanno soffrire. Per questo motivo ha alzato la voce per denunciare le ingiustizie che, giorno dopo giorno, danneggiano l’intera nazione e respingere l’ondata di violenza che si è scatenata tra la popolazione», è l’introduzione del filmato.

Nel video i vescovi esortano a «unire gli sforzi per cercare una soluzione pacifica ai conflitti esistenti»: «Venezuela! Vivi e cammina con Gesù Cristo, Signore della storia!».