«Sandra, amica mia, non piangere»

Vi avevamo già parlato di Myriam, una bambina cristiana irachena di 10 anni costretta dall’Isis a fuggire dalla sua città natale di Qaraqosh e a rifugiarsi a Erbil. Intervistata dall’emittente Sat 7 Arabic, aveva stupito tutti con la sua fede e con la sua richiesta di perdonare i jihadisti. Nell’intervista Myriam diceva di avere un’amica del cuore a Qaraqosh e dava voce alla sua speranza di incontrarla di nuovo un giorno. Sandra si trova in Libano e il famoso presentatore libanese Tony Khalife, all’interno dello show 1544 sul canale Mtv, è riuscito a trovarla e portarla in studio durante un collegamento da Erbil con Myriam. Quando si sono riviste, Sandra ha iniziato a piangere e Myriam le ha ripetuto più volte: «Sandra, amica mia, non piangere». Queste parole sono subito diventate «un simbolo di speranza e amore» per tutti i cristiani rifugiati e non solo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •