Ruanda, vent’anni dopo il genocidio

Papa Francesco, ricevendo i vescovi del Ruanda, a vent’anni dal genocidio, ha inviato tutti a lavorare per la riconciliazione in un paese che, pur fra molte difficoltà, cerca una via per la pace e il perdono. A partire dal 6 aprile 1994, gli hutu, in un centinaio di giorni, uccisero mezzo milione di tutsi (ma le vittime alla fine furono un milione circa). Tempi ha sempre seguito le vicende del paese africano. Qui potete trovare alcune storie di martiri e testimoni eroici della fede, estratte da un libro del nostro inviato Rodolfo Casadei. Qui un’intervista a padre Piero Gheddo, storico missionario del Pime, che racconta l’attuale situazione del paese. Qui, invece, una storia molto particolare, quella del pellegrinaggio a Kibeho, la “Lourdes del Ruanda”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •