Rose (Uganda): «Cari amici italiani, siamo con voi»

Anche l’Uganda si attrezza per rispondere all’emergenza coronavirus e per un mese chiudono le scuole, compresa la Luigi Giussani High School di Kampala di cui vi abbiamo parlato nel numero di Tempi di agosto, e i centri come il Meeting Point Interntional, che restituisce una vita alle donne malate di Aids.

Nel filmato realizzato per Avsi Matteo Severgnini, consigliere educativo della scuola Luigi Giussani, introduce la fondatrice del Meeting Point International, Rose Busingye, che prima della chiusura per un mese afferma sull’epidemia rivolgendosi all’Italia: «Carissimi amici, ciò che state vivendo ci appartiene: il dolore, la paura, la felicità ci appartengono».

«Tutto ciò che ci sta capitando è poco in paragone con il valore che abbiamo», continua Rose. «Anch’io ho paura, ma la paura non mi definisce: da oggi chiudiamo per un mese, ma sappiamo quello che siamo. Siamo coscienti che il nostro “io” è più grande di tutto l’universo, del virus, anche della morte. Sono e siamo con voi, noi del Meeting Point International».