Mamma-nonna per figlio gay. «Sfruttamento dell’umano»

Il caso di Cecile Eledge, donna di 61 anni del Nebraska che ha partorito la “figlia di suo figlio” ha fatto il giro del mondo. La bambina è nata tramite fecondazione in vitro con il seme di Elliott Dougherty, compagno del figlio di Cecile, Matthew. Nel processo è stata coinvolta anche Lea Yribe, sorella di Elliott, che ha donato gli ovuli.

In questo servizio di Tg2000 vengono intervistati Alberto Gambino, presidente di Scienza & Vita, e la scrittrice femminista Marina Terragni.

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist