«Siamo orgogliosi dei nostri martiri»

Sat2000 ha mandato in onda un servizio che riprende le parole pronunciate durante una trasmissione tv dal fratello di due dei ventuno copti uccisi dall’Isis in Libia. Durante un programma musicale andato in onda su Sat7, è arrivata una telefonata «inattesa». L’uomo, Bashir, si è presentato come il fratello di due dei giovani cristiani giustiziati e ha pronunciato sorprendenti parole di perdono e misericordia: «La gente ci crede in preda alla disperazione, in verità siamo orgogliosi dei nostri martiri». Non solo, Bashir ha raccontato anche della reazione della madre, che oggi prega per i carnefici dei figli.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •