Il film blasfemo su Maometto all’origine delle violenze di Bengasi

Si intitola Innocence of Muslim (L’innocenza dei musulmani) ed è il film (qui un trailer apparso su Youtube) che, secondo alcune ricostruzioni, sarebbe all’origine delle violenze scatenate in Libia da Al Qaeda e che ha portato all’assalto all’ambasciata americana, dove sono state uccise quattro persone, tra cui l’ambasciatore Usa Chris Stevens. Il film – del genere satirico-demenziale – è stato realizzato dal regista israelo-americano, Sam Bacile, che dopo i disordini al Cairo, ha dichiarato: «L’islam è un cancro». Ma nemmeno questa ricostruzione pare plausibile, così come l’esistenza di Bacile. Difficile capire chi ha messo on line il trailer del film e chi l’abbia prodotto. In ogni caso, secondo i siti qaedisti, l’attacco sarebbe «una reazione della milizia Ansar Al-Sharia alla conferma della morte di Abu al-Libi», numero 2 di Al Qaida, arrivata ieri da Ayman al Zawahiri. Le prime parole del presidente Usa Barack Obama: «Attacco scellerato».

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist