Cina. Regime rade al suolo la parrocchia di Qianyang

La persecuzione dei cattolici in Cina è sempre più feroce. Ieri, come riportato da AsiaNews, il regime comunista ha raso al suolo l’unica parrocchia di Qianyang (Shaanxi). Nel filmato della demolizione, si vede una gru abbattere l’edificio mentre i fedeli che gridano sono tenuti a distanza dalla polizia.

La parrocchia di Qianyang serviva circa duemila cattolici ed era stata costruita con le offerte dei fedeli. Al piano superiore c’era la sala per la liturgia, mentre il piano terra conteneva uffici e la residenza delle suore, che offrivano alla popolazione indigente aiuti sanitari e visite mediche.

Secondo AsiaNews, non si conoscono i motivi della distruzione. «In passato, secondo i fedeli, sono accaduti alcuni miracoli con l’acqua benedetta in parrocchia. Da allora, molti accorrono per ricevere l’acqua benedetta che viene utilizzata come rimedio fisico e spirituale per esseri umani e animali. Per alcuni fedeli, la distruzione è dovuta alla “paura dell’acqua benedetta” da parte dei maoisti».