Cina, dopo Lippi, Drogba? Il calcio orientale cresce alle nostre spalle

L’ivoriano lascia il Chelsea dopo 8 anni, e si dice possa raggiungere l’ex-compagno Anelka al Shanghai Shenshua. Grandi milionari cinesi spingono per la crescita del calcio anche a Pechino e dintorni, convincendo a suon di quattrini vecchi talenti più o meno validi.