“Capitale inetta”. Giuli presenta il nuovo numero di Tempi

Capitale inetta. Ovvero perché traballa ma non cade ancora la giunta romana di Virginia Raggi, abbandonata finanche dal suo assessore all’Urbanistica, Paolo Berdini. Gli elettori a 5 stelle, e con loro tutti gli italiani, assistono alla tragicommedia della donna sola al non-comando, mentre Beppe Grillo e Davide Casaleggio compulsano sondaggi disastrosi e vorrebbero liberarsene. Ma non possono. Ecco il motivo: il sindaco Raggi è il lato debole di un triangolo guasto. Accanto a lei il capo della comunicazione pentastellata Rocco Casalino, ex Grande Fratello. Al vertice del triangolo c’è Luigi Di Maio, il volto scelto dai Cinque stelle per vincere alle politiche. Se cade Virginia, crolla tutto.

Se ne parla su Tempi, domani in edicola

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •