Una bambina al re del Belgio: «Non firmi la legge sull’eutanasia»

La Coalizione dei medici per la giustizia sociale, organizzazione canadese che si batte contro la legalizzazione dell’eutanasia in Quebec, ha realizzato questo video intitolato: “Da una bambina al re”. Il re in questione è quello del Belgio, Filippo, salito al trono il 21 luglio 2013. È lui che tra pochi mesi dovrà decidere se firmare o meno la legge che estende l’eutanasia ai bambini nel suo paese.

Nel video il medico di famiglia canadese Paul Saba racconta la storia di sua figlia Jessica, nata quattro anni fa con un grave problema cardiaco: «Se fosse nata in un paese dove l’eutanasia è legale, sarebbe potuta essere uccisa», racconta. A 16 giorni ha subito un difficilissimo intervento chirurgico al cuore, che le ha permesso di continuare a vivere. Oggi ha quattro anni e «fa ridere i suoi fratelli».

L’appello rivolto al re da Paul, sua moglie e i suoi tre figli è questo: «Mi appello a lei, Sua Maestà: come re del Belgio, non firmi la legge che estende l’eutanasia ai bambini».