L’appello di Sgarbi per la raccolta del farmaco

Dal 2000, ogni anno, il secondo sabato di febbraio migliaia di volontari di Banco Farmaceutico partecipano alla Giornata di raccolta del farmaco nelle farmacie aderenti all’iniziativa. Migliaia di persone che invitano i cittadini a donare farmaci senza obbligo di ricetta medica (in particolare antinfluenzali, antinfiammatori e antipiretici) da regalare agli enti caritativi della propria città che ogni giorno assistono chi non può permettersi cure.

In 16 anni la Giornata ha raccolto oltre 4.100.000 farmaci, per un controvalore commerciale di circa 24 milioni di euro; l’ultima edizione, che ha avuto luogo il 13 febbraio 2016, ha visto il coinvolgimento di 3.681 farmacie e oltre 14 mila volontari: dei 353.806 farmaci raccolti hanno beneficiato oltre 400 mila persone assistite dai 1.663 enti convenzionati.

Ma devono diventare molte di più, stando ai numeri della povertà in Italia (1,5 milioni di famiglie, cioè 4,6 milioni di persone) e anche all’allarme lanciato per promuovere la Giornata da Fabrizio Pregliasco, medico virologo e presidente di Anpas: «L’influenza quest’anno è molto aggressiva. Per fine febbraio sono previsti 6 milioni di casi. È importante curarsi con i farmaci giusti. Ma centinaia di migliaia di persone non potranno permetterseli».

L’appuntamento per la Giornata 2017 è per sabato 11 febbraio: sul sito bancofarmaceutico.org troverete tutte le informazioni per diventare volontario o aderire con la propria farmacia.