Iraq. Torna la croce sulla chiesa profanata dall’Isis

«Allah è il più grande. Lo Stato islamico durerà per sempre!». Così gridavano i jihadisti quando nel settembre 2014, dopo aver conquistato il villaggio di Telkef della Piana di Ninive in Iraq, profanarono la chiesa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Isis devasta e brucia la cattedrale di Marawi

Statue della Madonna distrutte, crocifissi presi a martellate, poster di papa Francesco e Benedetto XVI strappati e un’intera cattedrale data alle fiamme. Così i terroristi islamici del Maute, gruppo che nelle Filippine ha giurato fedeltà all’Isis, hanno

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Isis. Rogo di libri cristiani a Mosul

Lo Stato islamico ha bruciato centinaia di libri cristiani in piazza a Mosul, capitale irachena del Califfato, considerati blasfemi nei confronti di Allah. Il rogo è stato pubblicizzato dall’Isis stesso in un video diffuso su internet

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Padre Mourad: «Vivo per un miracolo di Maria»

Siria. Sabato padre Jacques Mourad, il prete siro-cattolico rapito cinque mesi fa dall’Isis, è riuscito a fuggire in moto, grazie all’aiuto di un musulmano, dalle grinfie dei jihadisti. In questa intervista concessa a Tg2000, il

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempi in Siria. Reportage da Maloula

L’inviato di Tempi Rodolfo Casadei a Maloula (Siria), la città cristiana presa di mira dai jihadisti dello Stato Islamico. Qui l’articolo.       

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mosul. Via le croci, ecco le bandiere nere dell’Isis

Lo Stato Islamico ha diffuso un nuovo video in cui mostra la distruzione di croci e immagini sacre a Mosul (Iraq). Sono immagini di propaganda, a poco più di un anno della conquista della città (qui

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Noi cristiani iracheni soffriamo, voi occidentali dormite»

Giovedì 14 maggio, Douglas Al Bazi, sacerdote iracheno della diocesi di Erbil, nel Kurdistan, ha incontrato gli studenti del Liceo don Gnocchi di Carate Brianza. Tempi.it vi ha già raccontato l’incredibile vicenda di questo sacerdote, in

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Sandra, amica mia, non piangere»

Vi avevamo già parlato di Myriam, una bambina cristiana irachena di 10 anni costretta dall’Isis a fuggire dalla sua città natale di Qaraqosh e a rifugiarsi a Erbil. Intervistata dall’emittente Sat 7 Arabic, aveva stupito tutti con

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Sono stati martirizzati mentre cantavano il nome di Gesù»

Provenivano dal villaggio di Al-Our (Mynia) 13 dei 21 cristiani egiziani, rapiti tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio in Libia e decapitati pochi giorni fa dallo Stato islamico. Come mostra questo video della Bbc, i parenti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •