Google+

Vi presento i nostri, il terzo capitolo della saga comica con Stiller e De Niro

gennaio 26, 2011 Simone Fortunato

Torna la coppia genero-suocero, ma questa volta le risate non sono per niente assicurate

Terzo episodio di un saga comica di successo, aperta da Ti presento i miei (Roach, 2000) e proseguita con Mi presenti i tuoi (Roach, 2004). La stupidaggine del titolo italiano coglie in pieno lo spirito del film piuttosto vacuo e volgare. Gli sceneggiatori John Hamburg (I Love you, Man) e Larry Stuckey, viste già sparate tutte le cartucce nei primi, già deboli, episodi, la buttano nella farsa più scontata e volgare.

 

Gag con protagonisti animali (questa volta sarà un geco il protagonista assoluto), volgarità diffuse. Esemplare una sequenza che non sfigurerebbe nei tanto vituperati cinepanettoni: l’infermiere Greg che pratica un’iniezione sul pene del suocero; non mancano peti di peti e puzzette. La risata – quando scatta, cioè non sempre – è grassa e meccanica e la regia di Paul Weitz (About a Boy, American Dreamz) sembra essere regredita al primo American Pie. Poche le variazioni rispetto ai film precedenti: stessa commedia degli equivoci con personaggi sopra le righe e stessa sensazione acuita dalla presenza di De Niro, Hoffman e Barbra Streisand, fortunatamente questi due in un ruolo limitato – di assistere a un’esibizione vacua di ex grandi attori: e quando compare un invecchiatissimo Harvey Keitel sembra di essere finiti in un tragico ospizio per vecchie glorie.

 

Il personaggio più centrato e nel quale sembra di trovare la cattiveria di Weitz è quello di Kervin/Owen Wilson, santone pacifista, ecologista, politicamente correttissimo e davvero simpatico, molto più di Ben Stiller, meno efficace e divertente del solito. Per il resto, compresa la new entry Jessica Alba, si naviga a vista, in acque piattissime.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.