Google+

Tariffe telefoniche: parole, parole, parole

marzo 22, 2000 Addis Piero

Ufficio Reclame

Telefonia fissa, telefonia mobile: continua la guerra fra i gestori privati e Telecom: caccia all’ultimo consumatore a suon di tariffe stracciate, carte autoricaricabili e opzioni dai nomi più strani: Italy, Dove, Ovunque, City, per citarne solo alcune. Un moltiplicarsi di prezzi e di offerte dove è molto difficile orientarsi per trovare la soluzione più economica, più vicina alle proprie esigenze. Un problema anche per le compagnie telefoniche, che ogni giorno devono comunicare nuove opportunità.

Omnitel, quella con Megan Gale, per esempio, continua a produrre bellissimi film d’avventura non sempre comprensibili: donne alla frontiera che gettano via la maschera di lattice alla Eva Kent, carte telefoniche che scorrono fra i seni delle protagoniste, etc. E allora? Al consumatore spesso rimane solo un desiderio: di poter avere il numero di telefonino delle protagoniste. Più chiara, e assolutamente esilarante, invece la nuova campagna Wind per la tariffa “Light”, diffusa ampiamente in modulazione di frequenza dalle principali emittenti radiofoniche: “Aagneeesee caaaraa, tuuuuttoo beeenee eee ii puupiii?” – è il tormentone al rallenty per stressare una promozione che permette di stare più a lungo al telefono “senza canone, senza scatti alla risposta”. Una campagna azzeccata, che è impossibile non notare in un mezzo come la radio dove i tutti i D.J. parlano a 78 giri. Anche Telecom tenta una via umoristica con l’aiuto dei “Fichi d’India” e la loro famosa battuta “ahrarara”. Ma hanno già stancato: i dialoghi sembrano finti, così come le tariffe. Basta dare uno sguardo agli asterischi per avere la sensazione che sia un po’ una fregatura.

A conti fatti l’unica cosa conveniente è riflettere. Prima di parlare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.