«Altro che pax bioetica, questa è la pace dei cimiteri»

Dall’eutanasia alle trascrizioni dei figli della surrogata «il silenzio sui temi etici non è neutrale, è politica. Significa rimettere alle corti l’ultima parola sui princìpi non negoziabili, e fare i furbi». Parla Assuntina Morresi