Liam Neeson nel film "Un uomo tranquillo" (Cold Pursuit)

Liam Neeson e il peccato imperdonabile di razzismo

Il linciaggio mediatico (con censura) del celebre attore dimostra che su certi temi non c’è più misericordia, nemmeno se il peccatore si pente. Il commento di Rod Dreher

  • 445
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    445
    Shares