Google+

Sondaggio: la maggioranza degli inglesi vuole limitare l’aborto

maggio 22, 2017 Redazione

Come negli Stati Uniti, anche in Gran Bretagna la maggioranza della popolazione vorrebbe abbassare il limite ultimo per abortire dalla 24ma alla 20ma settimana

ecografia-feto-gravidanza-shutterstock_140518024

Anche in Gran Bretagna, come già negli Stati Uniti, la campagna per l’aborto come diritto perde sostenitori, mentre sono sempre di più i britannici favorevoli a una restrizione della possibilità di accedere all’interruzione di gravidanza.

PIÙ LIMITI. Secondo un sondaggio realizzato la scorsa settimana da ComRes su un campione di oltre duemila uomini e donne, il 60 per cento dei britannici ritiene che il limite ultimo per abortire dovrebbe essere abbassato dalla 24ma alla 20ma settimana. Per il 21 per cento, invece, il limite dovrebbe essere fissato alla 12ma settimana. Considerando solo le donne intervistate, le percentuali salgono rispettivamente al 70 e al 24 per cento.

NO ALL’ABORTO SELETTIVO. L’89 per cento (93 se si considerano solo le donne) ritiene anche che i colloqui preparatori non dovrebbero essere fatti nelle cliniche abortive. Sempre l’89 per cento ritiene che l’aborto selettivo delle bambine, praticato in Inghilterra, dovrebbe essere vietato. Ancora il 65 per cento è contrario alla possibilità che lo Stato usi i soldi dei contribuenti per finanziare l’interruzione di gravidanza all’estero, mentre solo il 25 per vorrebbe che ai medici fosse tolto il diritto all’obiezione di coscienza.

IL SONDAGGIO. Il sondaggio è stato commissionato dal movimento pro-life Where do they stand? (“Da che parte stanno?”), in occasione del lancio di un nuovo sito internet in vista delle elezioni. La rilevazione statistica contraddice la tesi del partito laburista, che quest’anno ha introdotto a Westminster una legge per decriminalizzare e renderlo legale fino al giorno precedente alla nascita del bambino. Secondo il leader laburista Jeremy Corbyn, i britannici sarebbero largamente favorevoli a una simile legge. Nel 2015, in base ai dati 2016, gli ultimi disponibili, in Inghilterra e Galles ci sono stati 185.824 aborti (in Italia 87 mila).

Foto ecografia da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.