Siria. Ribelli massacrano il villaggio cristiano di al-Duvair vicino a Homs. [link url=https://www.tempi.it/fotogallery/le-case-distrutte-e-le-chiese-profanate-di-al-duvair#.UfDIfmROrt4]Le immagini[/link]

Le foto pubblicate dall’agenzia Aina testimoniano i fatti avvenuti lo scorso 29 maggio, mostrando chiese profanate e case distrutte

 Lo scorso 29 maggio i ribelli siriani hanno attaccato il villaggio cristiano di al-Duvair, alla periferia di Homs, vicino al confine con il Libano, «massacrando metà dei suoi abitanti, compresi donne e bambini». La notizia, con tanto di fotografie dei resti della città, è stata data ieri da Aina (Assyrian International News Agency).

CHIESE PROFANATE. Le foto sono state diffuse da una fonte interna al villaggio che è sfuggita al massacro e mostrano case distrutte, chiese razziate e profanate e anche corpi di bambini bruciati vivi. I ribelli non sono riusciti a distruggere l’intero villaggio per l’intervento dell’esercito del regime di Bashar al-Assad.

JIHADISTI. Non è la prima volta che i ribelli, nel tentativo di conquistare le principali città della Siria, attaccano i cristiani e dissacrano le chiese. All’interno dell’Esercito libero siriano, infatti, ci sono molti elementi estremisti che combattono al fianco di brigate jihadiste legate ad al-Qaeda come al-Nusra e Stato islamico dell’Iraq.