Simone: Quando Repubblica mi chiederà scusa?

Monaco e Scalfari contro Cl. Scalfari contro Messineo. Cordero contro Galli della Loggia. Che succede? Rassegna stampa da una cella (utile per capire l’Italia). Ventinovesima lettera da San Vittore

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ventinovesima lettera inviata a tempi.it da Antonio Simone, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano. Qui trovate alcuni degli articoli scritti su di lui da Marina Corradi, Eugenio Borgna, Giuliano Ferrara e l’interrogazione parlamentare presentata alla Camera da alcuni deputati. Qui trovate la lettera che monsignor Luigi Negri, vescovo di San Marino-Montefeltro, ha scritto a Simone. La lettera può essere sottoscritta.

Dopo numerosi articoli e interviste di Franco Monaco su Repubblica per chiedere l’intervento del Vaticano per censurare o condannare Comunione e Liberazione, per via dei presunti guai di Roberto Formigoni, visto lo spessore del denunciante e la sua proverbiale inutilità nell’agone politico, Eugenio Scalfari è sceso in campo direttamente sull’Espresso e ha chiesto provvedimenti vaticani contro Cl.

Su Repubblica del 10 luglio a pagina 19, Scalfari, rispondendo al procuratore di Palermo Francesco Messineo che gli aveva dato dell’ignorante, lo accusa di andare contro la Costituzione (si badi che è un reato).

Sempre su Repubblica, lo stesso giorno, a pagina 28, c’è un commento di Franco Cordero che dà dello stupido a Ernesto Galli della Loggia, che sul Corriere della Sera aveva scritto, in sostanza, le stesse cose di Scalfari. Che sta succedendo? Forse Scalfari sta preparando il partito e cerca di allargare i consensi.

Ora aspetto solo che mi chiedano scusa per tutte le porcate che hanno scritto su di me.

Antonio Simone

Lettere precedenti:

28. La preghiera non è superstizione, ma domanda

27. Leggere “L’annuncio a Maria” dietro mura alte 5 metri

26. Sono un corpo sequestrato perché non dico “tutto”

25. Devo mentire su Formigoni per uscire?

24. L’autolesionismo e una domanda: perché fare il bene?

23. Il carcere può esser casa se l’orizzonte è l’infinito

22. Per le vostre preghiere ho vergogna e vi ringrazio

21. Il gioco dei 30, 50, 70, 100 milioni

20. Lo sciopero della fame, i cani e la spending review

19. Sciopero della fame. Appello da San Vittore

18. Che me ne faccio del prete in carcere?

17. In carcere l’Italia gioca in trasferta e comandano gli albanesi

16. Leggo Repubblica solo per capire se posso chiedere i danni

15. La mia speranza (cosa disse don Giussani nel 1981)

14. Ikea festeggia la condanna definitiva. Festa con incendio

13. «Che differenza c’è tra me e voi fuori? Nessuna»

12. «Sono di Cl non perché sono giusto. Ma per seguire una via»

11. «Amico, posso diventare anche io di Comunione e libertà?»

10. Gli scarafaggi, il basilico e l’urlo nella notte

9. Mi dimetto da uomo. Meglio essere un porco

8. Cresima in carcere con trans. Sono contento

7. Repubblica mi vuole intervistare. Ok, ma a due condizioni

6. In quel buio che pare inghiottirmi, io ci sono

5. La rissa e l’evirazione. Storie di ordinaria follia a San Vittore

4. Io, nel pestaggio in carcere con cinghie e punteruoli

3. «Ezio Mauro, se vuoi farmi qualche domanda, sono pronto»

2. Anche da un peccato può nascere un po’ più di umanità

1. Lettera dal carcere di Antonio Simone. Con una domanda a Repubblica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •