Google+

Sfilate Milanesi, affari… intimi

marzo 8, 2000 Pavarini Maria Cristina

Gadget&fashion

S’è conclusa un’altra maratona di moda femminile dedicata alla donna e a come si vestirà, o s-vestirà, nell’Autunno/Inverno 2000-2001. I temi più ricorrenti? Il ritorno al lusso con lo sfoggio di pelli, pellicce, tessuti preziosi e prodotti esclusivi. Un altro tema stravisto? La lussuria, potremmo scherzosamente riassumere. Infatti, nel tumulto generale della scintillante “nove giorni” di sfilate milanesi è emerso tutto il potere seducente – e la forza economica – dell’abbigliamento intimo. Tra le molte iniziative, s’è, svolta MOMI-Intimo Designers, sfilata dedicata all’intimo firmato da stilisti e aziende specializzate. L’evento è stato un mix tra lo “show” e lo “strip” – entro i limiti della decenza, anche se molti signori in prima fila sbandavano gli occhi di fronte allo spettacolo. Ferrè ha dosato bianco o nero; Byblos ha pensato al relax in casa (il privato è un business – basti pensare ai guadagni portati dalla legge sulla privacy); Blumarine ha giocato con rouche, pizzi e raso corallo; Wolford ha vestito Tarzan e Jane con stampe d’animali; e Roberto Cavalli ha decorato la biancheria con serpentelli di lustrini e reggicalze di strass – una sintesi perfetta tra lusso e lussuria. Il business dell’intimo ha ancora grandi potenzialità di crescita: in Italia a fine Primavera/Estate ’99, l’intimo da donna (maglieria intima, corsetteria e lingerie) ha registrato vendite per oltre 1250 miliardi di lire e quello da uomo (maglieria intima e abbigliamento da notte e da casa) ne ha portati 423. Hanno avuto più problemi i collant da donna: hanno registrato vendite per quasi 288 miliardi, ma hanno perso una quota del 10 per cento. È successo perché gli stilisti hanno predicato fino a ieri che le gambe nude erano più sexy. E ora? Gli stilisti tornano ad amare le calze: le vogliono rosa shocking, bordeaux, dipinte, ricamate, o piene di buchi (fatti apposta). Anche Momi, fiera di moda milanese svoltasi parallelamente alle sfilate, ha invocato il ritorno alle gambe “velate” con “Il dis-ordine della giarrettiera”, mostra sulla giarrettiera, storia, miti e curiosità di un indumento ormai inutile. (mcpavarini@tiscalinet.it)

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.