Google+

A richiesta di figlia, rispondo

novembre 3, 1999 Intiglietta Antonio

Padre e imprenditore, con un mucchio di cose da fare. E una da non dimenticare. Racconta…

Settimana scorsa, mia figlia mi ha chiesto: “Perché dobbiamo andare a Roma?”. Le ho risposto che ci vado perché voglio, innanzitutto, affermare e testimoniare un diritto: il diritto di essere libero di ricevere un’educazione, di vivere un’esperienza che mi permette di crescere come uomo e il diritto di educare i miei figli nel modo che ritengo più giusto per loro. Tutto ciò mi è particolarmente chiaro nella mia esperienza quotidiana di padre, nei confronti dei miei figli, e di datore di lavoro nei confronti delle persone, per lo più giovani, che lavorano con me. Perché non c’è niente di più facile nella vita quotidiana – e la famiglia e il lavoro sono l’ambito più quotidiana che esista – che dare per scontata l’esperienza comune che si vive e, nel tempo, maturare la pretesa che l’altro partecipi a chissà quale scopo. Oggi, a quarantatre anni, mi rendo conto che, invece, educarsi vuol dire aiutarsi ad affrontare la realtà riscoprendo i bisogni più veri e profondi, riscoprendo, cioè, la realtà per la verità che essa è. E questa è un’educazione continua, anzi, con il passare del tempo sempre più necessaria: solo così è possibile diventare padri nei confronti dei figli. Con mio figlio o mia figlia, infatti, non testimonio la verità della mia esperienza con un discorso, ma condividendo con loro la drammaticità di cercare di seguire la verità. E la stessa esperienza vale con i miei amici più giovani: è troppo facile durante la giornata limitarsi, a perseguire gli obiettivi e a chiedere a chi lavora con te di fare ciò che deve fare e basta; dimenticando chi è, che cosa desidera lui e che cosa desidero io e che senso ha il lavoro che facciamo insieme. È solo una compagnia umana che ti ridesta un orizzonte, ti fa riscoprire le domande, e ti ricorda ciò a cui sei educato, e quindi, educa anche l’altro. Per questo vado a Roma. Per difendere questa libertà: di costruire opere formative, sociali, imprenditoriali che possano, in Italia, affermare, non in teoria, ma in concreto la libertà all’educazione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.