Senza guardare la morte, che senso ha qualunque parola sulle nostre vite?

L’ultimo respiro di due antichi amici indimenticabili, Emanuele Macaluso e Eugenio Corecco

Eugenio Corecco

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.