«Non risparmiate nemmeno i neonati»

Nelle carte dei burocrati ottomani le prove agghiaccianti del genocidio armeno. “Killing Orders”, l’operazione verità dello storico turco (in esilio) Taner Akçam

Soldati fra i resti delle vittime del genocidio in un villaggio armeno nel 1915

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.