Te Deum laudamus per questa famiglia numerosa e un po’ sgangherata ma piena di “eppure”

In quell’aprile, che nel pieno del lockdown sembrava essere davvero il più crudele dei mesi, siamo stati benedetti dalla nascita di Giuseppe Beniamino, il nostro ottavo figlio

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.