Non avrai altro vaccino all’infuori di me. La religione del Covid-19

L’attesa messianica per il farmaco antivirus, la liturgia del distanziamento e gli scienziati-sacerdoti. L’ascesa di un nuovo culto (con tanto di dogmi e superstizioni). Intervista al teologo Kurt Appel

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.