Te Deum laudamus perché non mi lasci solo in questa prova

Ho sempre saputo che «un altro mi avrebbe cinto per condurmi dove non avrei voluto». Mi consegno nelle mani Tue e di chi mi resta vicino

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.