Tra Juncker e i sovranisti, quel che manca è la libertà

Mentre si avvicinano le elezioni europee, diventa evidente che i tecnocrati di Bruxelles e i loro avversari “populisti” non sono poi così diversi tra loro. Serve un’alternativa che parta dalle articolazioni più vitali della società

Protesta contro l'Unione Europea a Bruxelles

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Fai login in alto e leggi.