Il capro Celeste

La condanna di Formigoni dimostra che il moralismo è stato eretto a legge dello Stato, con inflessibile genericità, durezza senza buon senso e tanto meno clemenza. Non contano più nemmeno gli atti né il loro valore. Conta solo “spazzare il corrotto”

Roberto Formigoni

 

Contenuto riservato agli abbonati di Tempi. Per accedere alla pagina è necessario abbonarsi.

 

Sei già abbonato? Clicca sul pulsante “Accedi” in cima a questa pagina, inserisci le tue credenziali (indirizzo email e password) e continua a leggere.