Google+

Nuova Touran, nessuna è più familiare di questa Volkswagen

settembre 10, 2015 Sebastiano Salvetti

Spazio a volontà. A bordo sta comodo persino un cestista dei Lakers. Costa poco? No, si fa pagare, una consuetudine Volkswagen

Der neue Volkswagen Touran

Spazio a volontà. Interni modulari. Finiture di buona qualità. Motori proporzionati alla mole del corpo vettura. Guida da tipica monovolume. La nuova Volkswagen Touran potrebbe essere citata nell’inno tedesco, tanto è teutonica nelle forme e nel carattere. Assolutamente concreta, non particolarmente originale nel layout della plancia, punta tutto sulla sostanza, forte di una crescita dimensionale che porta in dote un superiore spazio a bordo e una capacità di carico – già nel precedente modello tra le migliori della categoria – aumentata di 48 litri con 5 persone a bordo. Costa poco? No. Si fa pagare. Una consuetudine Volkswagen. Però vale ogni euro.

In Italia è disponibile con tre motori: 1.2 TSI turbo benzina da 110 cavalli, 1.6 TDI da 110 cavalli e 2.0 TDI negli step da 150 o 190 cavalli. Optional a 1.800 euro, per le turbodiesel a eccezione della 190 cavalli, il cambio DSG a doppia frizione. Già ordinabile, la monovolume tedesca ha prezzi che vanno da 24.500 a 38.950 euro.
Grazie alla piattaforma modulare MQB, cioè la stessa base sulla quale sono costruite Golf e Passat, la nuova Touran dimagrisce di 62 chilogrammi a fronte di una marcata crescita dimensionale: +13 centimetri in lunghezza, +4 in larghezza e +11 nel passo.

Valori che giocano a vantaggio dell’abitabilità e della capienza del bagagliaio, passata dai precedenti 695 litri in configurazione a 5 posti agli attuali 743 litri. Disponibile in Italia nella versione a 7 posti, vede mutare il sistema d’abbattimento del divanetto – disponibile un piano di carico completamente piatto –, mentre gli occupanti possono beneficiare del climatizzatore automatico trizona Pure Air Climatronic con controllo della qualità dell’aria, e dell’apertura elettrica o a impulso del portellone.

Vera e propria chicca, i genitori più tecnologici possono tenere d’occhio i bambini sul divanetto sfruttando l’interazione tra il navigatore – che in questo caso funge da semplice schermo – e le riprese di una microcamera GoPro. La nuova Touran non tradisce uno dei punti di forza di sempre: l’abitabilità. Guidatore e passeggero anteriore beneficiano di ampio spazio in ogni direzione nonostante i generosi ingombri della consolle. Altrettanto positivo il trattamento riservato agli occupanti della seconda fila: persino un cestista dei Lakers viaggerebbe comodo. Più costrittivo, invece, l’alloggiamento dei passeggeri delle sedute supplementari: si sta un po’ con le ginocchia in bocca. Una condizione, in ogni caso, comune a tutte le monovolume 7 posti d’analoghe dimensioni.

A cura di RED Live

Leggi le altre recensioni alla pagina motori


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Comfort, connettività, sicurezza e design al servizio delle aziende

L'articolo Renault presenta la gamma Business proviene da RED Live.

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.

Sapete che il 60% delle V7 III, al momento dell’acquisto, sono richieste con almeno un accessorio montato (con prenza per quelli di ispirazione Scrambler o Dark)? Di più: per la sola V7 esistono a catalogo 200 parti speciali – fra queste ci sono ben 8 selle – mentre, se consideriamo tutti i modelli Moto Guzzi, […]

L'articolo Prova Moto Guzzi V7 III Rough, Milano e Carbon proviene da RED Live.