Google+

Lenin, un russo su quattro pensa che «abbia portato il paese sulla via del progresso»

aprile 23, 2017 Redazione

A 147 anni dalla nascita, i russi hanno ancora un’opinione positiva del leader comunista. La maggioranza, però, vuole che il suo corpo sia spostato dalla Piazza Rossa di Mosca

Ieri è ricorso l’anniversario della nascita di Vladimir Il’ič Ul’janov e a distanza di 147 anni Lenin, uno dei dittatori più crudeli e sanguinari di tutti i tempi, è ancora considerato in Russia una figura positiva che ha contribuito alla grandezza del paese.

IL SONDAGGIO. Secondo un sondaggio condotto dal Levada Center, nel centesimo anniversario della Rivoluzione d’Ottobre, il 26% degli intervistati ritiene che la sua memoria sarà conservata dai posteri, anche se nessuno seguirà la sua strada; il 23% pensa che Lenin abbia portato la Russia sulla via del progresso e della giustizia; il 21% ritiene che le sue idee siano state distorte dai suoi seguaci. Ancora, un russo su cinque (19%) è convinto che Lenin avesse le migliori aspirazioni e speranze per portare l’umanità verso un futuro luminoso, mentre appena il 15% crede che il dittatore comunista abbia portato il paese sulla falsa strada, causando una montagna di disgrazie e sciagure.

SPOSTARE IL CORPO. In tempo per l’anniversario della nascita, dopo due mesi di restauro, le autorità russe hanno riaperto il mausoleo dove è esposto il corpo imbalsamato di Lenin da quasi un secolo. Ma si fanno sempre più insistenti le richieste di spostare la salma dal centro della Piazza Rossa di Mosca. In particolare, è stata appena depositata una proposta di legge da parte di quattro parlamentari (due del partito di Putin, Russia unita, e due di un altro partito nazionalista alleato). La legge non prevede lo spostamento del corpo di Lenin, soltanto rimuove gli ostacoli legali perché lo si possa fare quando il governo lo riterrà opportuno.

CREMLINO O SAN PIETROBURGO. Secondo diverse testimonianze, il leader comunista chiese di essere sepolto di fianco a sua madre nel cimitero Volkov di san Pietroburgo. Sempre secondo il sondaggio del Levada Center, per il 32% dei russi dovrebbe essere seppellito vicino al muro del Cremlino, mentre il 26% ritiene che debba essere interrato a San Pietroburgo. Soltanto un terzo (31%) degli intervistati ritiene che la salma di Lenin debba essere lasciata all’interno del mausoleo.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Marbella (Spagna) – La Yamaha più venduta ha le forme essenziali ma non prive di fascino della MT-07. Lanciata nel 2014, ha inanellato record dopo record, totalizzando oltre 120.000 pezzi consegnati. L’Europa è il suo mercato d’elezione, ma anche gli Stati Uniti fanno la loro parte. A quattro anni dall’esordio, la MT-07 cambia più nella […]

L'articolo Prova Yamaha MT-07 my 2018 proviene da RED Live.

I primi dati e le foto ufficiali della wagon svedese. Che mira a diventare il nuovo punto di riferimento fra le familiari medie di lusso. Con un design senza fronzoli e tanta sicurezza. A Ginevra ne sapremo ancora di più

L'articolo Nuova Volvo V60 – la station che seduce proviene da RED Live.

Carburante artico e additivi specifici: ecco le soluzioni per scongiurare la formazione dei cristalli di paraffina ed evitare il congelamento del gasolio nelle giornate di grande gelo. Aggiungere benzina nel serbatoio? Una trovata ottima per cambiare motore!

L'articolo Come evitare il congelamento del gasolio proviene da RED Live.

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport – Touring per vocazione proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi