Google+

Il limite dell'”obiettivo” e quel di più dell’arte

marzo 8, 2000 Frangi & Stolfi

Senza ombrello, sotto il temporale

Tra le tante forme di idolatria che caratterizzano questa epoca (come diceva Chesterton, gli uomini non credono più a Dio, perciò credono a tutto), ce n’è una che tocca da vicino la nostra professione di schiavi della comunicazione. È l’idolatria della fotografia. Lo spunto non viene dalle tante e così spesso patetiche mostrucce che si vedono ad ogni angolo. Viene da una mostra-monstre organizzata dal Moma di New York, cioè il più titolato museo d’arte moderna del mondo. Si intitola ModernStarts e vuole essere un racconto, attraverso alcuni celebri pezzi delle raccolte del museo, di come il ’900 è iniziato (ed è stato un inizio davvero portentoso) e di come questo debutto ha segnato tutto il resto del secolo. Per farsi intendere gli organizzatori hanno azzardato degli accostamenti, sorprendenti e talora anche affascinanti. Tra questi ce n’è uno che dovrebbe far pensare i tanti idolatri della fotografia. Lo straordinario “Bagnante” di Cézanne (1885) è stato accostato a una foto di un ragazzo in posa quasi analoga, scattata a Odessa, in Ucraina nel 1993 da Rineke Dijstra. Ora, a parte la simpatia umana che questo ragazzo, dalla carnagione sbiancata, dallo sguardo alla Schevchenko e dal costume tipo quelli che in Italia si portavano negli anni 50, – a parte la simpatia che questo ragazzo suscita, c’è un abisso quasi impietoso tra le due immagini. E, badate, non c’entra il fatto che a confronto c’è il più grande pittore degli ultimi due secoli e un fotografo che pochi sanno chi sia. Non è una questione di qualità. È questione del mezzo espressivo: la fotografia non ce la fa. Non ce la fa a esprimere la verità che quel corpo contiene, non ce la fa a dirne il dolore, il mistero, la voglia di vivere. Quindi è fondamentalmente ingiusta, inadeguata.

Ci sono (pochi) fotografi che hanno sentito drammaticamente questa inadeguatezza del mezzo e hanno tentato di “scassarne” i limiti, di forzarne il linguaggio quasi oltre le stesse possibilità tecniche. Due ne abbiamo sicuramente in testa: Cindy Sherman e Serrano. La prima, in particolare, sembra ogni volta sfidare l’inerzia della fotografia, farla diventare quasi un organismo vivente in via perenne di modificazione (o, per essere più precisi, di decomposizione).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.