Haiti, buone notizie. Per il Fmi l’economia è destinata a crescere

Secondo il Fondo monetario internazionale l’economia farà registrare una robusta crescita nel 2013

tratto dall’Osservatore Romano – Port-au-Prince. Buone notizie per Haiti: le porta il Fondo monetario internazionale (Fmi) che ha elaborato stime secondo le quali l’economia dell’isola, pur dovendo fare fronte a grandi difficoltà, è destinata a crescere nell’arco del 2013. L’economia, afferma l’Fmi, raggiungerà una crescita del 6,5 per cento. A supportare questa tendenza dovranno essere gli investimenti nel settore agricolo e in quello industriale.

Il terremoto del 2010 ebbe effetti devastanti anche sull’economia di Haiti. Da allora, sottolinea l’Fmi in un dossier, sono stati compiuti progressi significativi. Questi progressi, osserva il Fondo monetario internazionale, sono stati resi possibili anche grazie al condono di parte del debito estero.

E lo stesso Fmi sottolinea il significativo dato economico previsto per il proseguo del 2013 (anche l’inflazione sembra essere sotto controllo) considerando che problemi infrastrutturali, tensioni sociali e politiche, le precarie condizioni di sicurezza non hanno certo agevolato, dal 2010 in poi, il processo di ricostruzione dell’isola.