Rendimenti dei Btp dimezzati in un anno: ogni tanto qualche buona notizia


Banca d’Italia ha pubblicato questa mattina i dati aggiornati sui rendimenti dei titoli di Stato: valori importanti perché definiscono l’ammontare di interessi passivi che il Tesoro deve pagare ai propri creditori. I rendimenti sono strettamente correlati al rischio dell’emittente – in questo caso lo Stato italiano – percepito dal mercato. I valori di Palazzo Koch mostrano un andamento soddisfacente, infatti i costi dei Btp di breve periodo sono più che dimezzati: dal 6,10 per cento al 2,67 per cento per i triennali, dal 6,29 per cento al 3,69 per cento i Btp con scadenza a 5 anni e per i famosi decennali – i titoli che stabiliscono il famoso spread  – si è passati dal 6,81 al 4,85 per cento.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •